cooltext447273776987562
logo ufficiale leonardo da vinci italy

PORTALE ITALIANO DI DIVULGAZIONE DELLA VITA E LE OPERE DI LEONARDO DA VINCI 

CHI SIAMO

PRIVACY POLICY

COOKYE POLICY

ESPERTI DI LEONARDO

MUSEI LEONARDO NEL MONDO

CIS LEONARDO DA VINCI  ETS

AFFILIAZIONI

 

 

CONATTTI

SEGNALAZIONI

LIBRI SU LEONARDO

AUDIOLIBRI SU LEONARDO

BLOG

QUESTIONARIO

LEONARDO NEL MONDO

 

In collaborazione con: 

logo ufficiale leonardo da vinci italy081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
stappabottiglie-leonardo_da_vinci.jpeg081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
stappabottiglie-leonardo_da_vinci.jpeg081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
stappabottiglie-leonardo_da_vinci.jpeg081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
stappabottiglie-leonardo_da_vinci.jpeg081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
stappabottiglie-leonardo_da_vinci.jpeg081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
stappabottiglie-leonardo_da_vinci.jpeg081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
stappabottiglie-leonardo_da_vinci.jpeg081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
stappabottiglie-leonardo_da_vinci.jpeg081a6e_38d220685d684ce58b93d9851ab09f73~mv2%20(1).webp89201-leonardo_da_vinci_ginevra_de_benci.jpeg123807230_o.jpegcosmo-leonardo-2017.jpegimage458_1.jpegleonardo_magi.jpegmadonna%20del%20garofano%20leonardo%20da%20vincileonardo-da-vinci-codice-leicester-10v-det.jpegcraquelure-1.jpegsistema-nervoso.jpegthe_baptism_of_christ_(verrocchio_&_leonardo).jpeg
logo ufficiale leonardo da vinci italy
cis official logos 2024
black

leonardodavinci-italy.com - all right reserved 2024 - divisione cultura, Sede legale: Milano  Piazza IV Novembre 4, cap 20124 -P.IVA 11463490968 – CCIAA MI 90266 REA 2604702    

AUTORITRATTO DI LEONARDO DA VINCI

autoritratto di Leonardo da Vinci

Titolo dell'opera: autoritratto

Data di produzione: 1508 -1512

Dimensioni: 33,3 x 21,3 cm

Conservata presso: Biblioteca Reale di Torino

Soggetto: presumibilmente Leonardo

Tecnica: gesso rosso su carta

Attribuzione: Leonardo da Vinci

Descrizione dell'opera

L'opera mostra il volto di un uomo canuto, con lunghi capelli e lunga barba, con la sommità della testa appena accennata. Una persona piuttosto anziana, dallo sguardo è volutamente accigliato rivolto a destra, fa capolino da un foglio talmente deteriorato, al punto da essere esposto al pubblico solo raramente.

I segni del tempo sul volto sono ben evidenti, con solchi lungo la fronte, attorno agli occhi e ai lati della bocca lungo le guance. I dettagli sono molto curati, sebbene una parte appaia solo abbozzata, come avviene in altri famosi disegni di Leonardo: per concentrare l'effetto del disegno sullo sguardo, l'artista ricorse a pochissime linee per le parti di contorno, lasciando il foglio in alto quasi intonso. 

Questo disegno, icona della storia dell'arte, è considerato l'unico vero ritratto dell'artista ed è l'opera alla quale ancora oggi l'immaginario collettivo fa risalire la figura del genio rinascimentale.

 

Tecnica utilizzata

Questo disegno è stato creato utilizzando la “tecnica a sanguigna”.

La tecnica a sanguigna ha una lunga storia che risale all'antichità ed è stata particolarmente popolare durante il Rinascimento italiano. 

 risale all'antichità ed è stata utilizzata dai Greci e dai Romani per decorare le loro opere d'arte. Utilizzavano terre di colore rosso, come l'ematite, per creare disegni e pitture su pareti e vasi.
 

Durante il Rinascimento italiano, la tecnica a sanguigna divenne estremamente popolare tra gli artisti. Maestri come Leonardo da Vinci, Raffaello, Michelangelo e molti altri utilizzavano la sanguigna per creare disegni preparatori, schizzi e studi dettagliati per le loro opere d'arte.
Il pigmento principale utilizzato nella tecnica a sanguigna è la sanguigna, che è tradizionalmente ottenuta da terre di colore rosso, come l'ematite. Questo pigmento può essere acquistato in polvere o in stick, o può essere preparato mescolando la polvere di sanguigna con acqua o un legante.
può essere applicata sulla carta, sulla tela o su altre superfici utilizzando diversi strumenti, come pennelli, bastoncini di sanguigna o matite sanguigne. Il pigmento può essere diluito con acqua per creare tonalità più chiare o applicato più spesso per tonalità più scure.
 consente di creare una varietà di effetti, come linee precise, sfumature e tonalità di colore. Viene spesso usata per disegnare ritratti, paesaggi e nature morte, poiché offre una grande versatilità artistica.
In sintesi, la tecnica a sanguigna ha una lunga storia e offre agli artisti un modo affascinante per esprimere la propria creatività attraverso disegni e pitture che possono essere sia delicati e dettagliati che audaci e suggestivi.

 

il gesso rosso

Il gesso rosso è un pigmento naturale ampiamente utilizzato in pittura e decorazione. Ecco una descrizione delle caratteristiche e dell'uso del gesso rosso:

Colore e composizione:

Il gesso rosso ha una tonalità rossastra o marrone chiaro, che deriva dalla presenza di ossidi di ferro nel terreno da cui è estratto.
È composto principalmente da carbonato di calcio, ma contiene anche ossidi di ferro che conferiscono il caratteristico colore rosso.
Origine e produzione:

Il gesso rosso è estratto da cave naturali, dove si trova sotto forma di rocce sedimentarie.
Viene estratto e macinato per ottenere una polvere fine che può essere utilizzata come pigmento in pittura o come materiale per la preparazione delle superfici.
Utilizzo in pittura:

Il gesso rosso viene utilizzato come pigmento nella preparazione di fondi e sottostrati per dipinti ad olio e ad acquerello.
È spesso mescolato con altri pigmenti per creare tonalità di colore più sfumate e naturali.
Il gesso rosso può essere diluito con acqua o mescolato con medium pittorici per regolare la sua consistenza e facilitarne l'applicazione sulla superficie da dipingere.
Proprietà:

Il gesso rosso ha una buona opacità e copertura, il che lo rende ideale per creare fondi uniformi e levigati.
Ha una buona aderenza alla maggior parte delle superfici pittoriche e si asciuga rapidamente dopo l'applicazione.
Effetti artistici:

Il gesso rosso può essere utilizzato per creare effetti artistici interessanti, come texture e rilievi sulla superficie del dipinto.
È spesso utilizzato anche nella tecnica del bozzetto preparatorio, dove viene utilizzato per creare schizzi e studi preliminari prima di dipingere il dipinto finale.

 

Attribuzione

Sulla sua attribuzione ci sono diverse teorie in quanto, come sappiamo, Leonardo non amava “firmare” le proprie opere se non con piccolissimi dettagli di stile e il senso armonico del tratto. Gli studiosi hanno comunque identificato come “altamente probabile” che questo disegno sia stato fatto effettivamente da lui nel suo periodo francese, quando si trovava Clus-lucè

 

1^ ipotesi: 

Il vecchio ritratto potrebbe essere uno zio di Leonardo ( anche se non si è mai arrivati a documentazione certa). 

 

2^ ipotesi: 

Potrebbe trattarsi di un cartone preparatorio che ritraeva lo studio per un apostolo del Cenacolo, poi scartato da Leonardo . 

 

3^ ipotesi:

il volto è proprio l'autoritratto di Leonardo.

A sottolineare questa tesi più che confermarla, esiste la descrizione che diede dell'artista Antonio De Beatis, segretario del cardinale d'Aragona, quando, in visita ad Amboise presso il castello di Clos-Lucè il 10 ottobre 1517, fece visita allo stesso Leonardo e ne rimase colpito a tal punto da descriverlo come vecchio “de più de 70 anni”. Si ritiene quindi che il disegno sia stato fatto da Leonardo durante la sua permanenza in Francia.

Va aggiunto anche che gli studi recenti effettuati sulla geometria del viso, la prospettiva e i tratti pittorici, ricordano fortemente le bozze e i disegni fatti da Leonardo dopo il 1510, in particolare alcuni recenti studi hanno dimostrato che lo stile con cui è realizzato il disegno corrisponde a quello di altri disegni del periodo finale della vita di Leonardo, come la serie del Diluvio del 1517, e altri del soggiorno francese.

 

Questa stessa immagine della vecchiaia ritorna in un disegno del 1513, conservato a Windsor, che ritrae un anziano, forse Leonardo stesso, mentre contempla lo scorrere delle acque nel fiume d'innanzi a sè.

 

Secondo gli studiosi il ritratto è datato agli ultimi anni della vita di Leonardo, quando l'artista lavorava in Francia al servizio di Francesco I.

Ricordiamo che alla morte di Leonardo, Insieme al corpus di disegni, appunti e manoscritti,  venne ereditato dal fedele collaboratore e amico personale  Francesco Melzi.

 

1839

Da questa data, Il ritratto, è conservato alla Biblioteca Reale di Torino 

autoritratto di Leonardo da Vinci - biblioteca Reale di Torino

DOVE SI TROVA L'OPERA

Biblioteca Reale di Torino autoritratto di Leonardo da Vinci

Katia Bernacci, Laura Audi, Torino Rosso Porpora. Un thriller su Leonardo ambientato a Torino, Torino, Accademia Vis Vitalis, 2011.
Milena Magnano, Leonardo, collana I Geni dell'arte, Milano, Mondadori Arte, 2007, pag. 134. ISBN 978-88-370-6432-7.
Leonardo. Il Genio, il Mito, catalogo della mostra alla reggia di Venaria Reale, a cura di Carlo Pedretti, Paola Salvi, Clara Vitulo, Pietro Marani, Renato Barilli, Arnaldo Colasanti, Silvana Editoriale, 2011.
Paola Salvi, L'Autoritratto di Leonardo. Indizi per una data francese e nuove ricerche, in Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro, catalogo della mostra di Torino, Musei Reali, a cura di E. Pagella, F.P. Di Teodoro, P. Salvi, Silvana editoriale, 2019.
Leonardo da Vinci e L'Accademia di Brera, a cura di P. Salvi con A. Mariani, V. Rosa, Silvana Editoriale, 2020


facebook
instagram
twitter
linkedin
youtube
whatsapp
messenger
tiktok
telegram

Per segnalazioni su questa pagina clicca qui

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder